Condividi:

Viva i nonni! Non smetterò mai di dirlo. Santi subito per la loro dolcezza, per la premura verso i nipoti e per la grande disponibilità che mostrano nei riguardi di noi genitori, figli di una generazione complessa, dove la vita di tutti i giorni ci richiede molto spesso non una mano, ma un intero braccio per sostenere tutta la mole di lavoro che abbiamo. In questo senso quindi partire per una vacanza con i nonni non solo serve a ravvivare gli animi di una famiglia sempre alle prese con una routine stancante, ma anche per regalare ai nostri genitori un momento di benessere e di calore, senza rinunciare a niente.

E allora cosa può proporre un agente di viaggio ad una famiglia in partenza con nonni a seguito? Certamente le stesse identiche cose che proporrebbe ad una famiglia composta da quattro persone. Perché a meno che non vi siano particolari condizioni fisiche alla partenza che necessitino di aiuto, i nonni sono oggi una risorsa sprint, dinamica e intraprendente, talvolta anche più di noi. Si quindi ad una vacanza tranquilla ma allo stesso tempo carica di esperienze. No a viaggi lunghi e scomodi. Prediligere in alcuni casi il noleggio di un auto può essere una valida alternativa ad un treno, permettendo così diverse pause negli autogrill. Prediligere sempre un trolley, comodo e versatile e non borsoni o bagagli a mano. Un’altra attenzione da suggerire potrebbe essere quella di condividere tramite un gruppo whatsapp la propria posizione quando si è gli uni distanti dagli altri; ciò permetterebbe ai nonni di godersi uscite ed esperienze in esclusiva, senza doversi preoccupare nel caso in cui non dovessero rispondere al telefono.

 

Non dimentichiamo infine che i nostri genitori sono essere umani: un buon agente di viaggio sa suggerire ai propri clienti di dedicare un’attenzione particolare anche ai nonni. Una cena per due, un’esperienza esclusiva. No a rendere anche in vacanza i nonni dei babysitter. Suggerite piuttosto al cliente di prenderne una in struttura e proponetegli un preventivo che includa questo servizio come di default. Un modo per dire ai nonni, al momento della comunicazione del viaggio prenotato, che la loro presenza sarà dedicata anche al loro svago e non solo ad un viaggio di famiglia. Un’idea in più quella di regalare un gadget pre partenza ai nonni, come un bastone per i selfie firmato dall’agenzia, o ancora una penna per annotare appunti di viaggio. Talvolta il ruolo di un agente di viaggio si mescola con quello dello psicoterapeuta. A noi l’arduo compito di percepire gli umori e le necessità dei viaggiatori che abbiamo davanti, con un occhio particolare. No ai luoghi comuni, no alla noia del vivere quotidiano.

Abbiate il coraggio di osare e giocare con la fantasia, i nonni apprezzeranno.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.